Apple, il Google Search non sarà esclusiva Android

di Gio Tuzzi Commenta

Spread the love


Google Search, a breve, sarà in grado di interpretare il linguaggio naturale, ma, a differenza di quello che si potrebbe pensare, il colosso di Mountain View ha deciso di non garantire questo plus al solo Android, estendendolo anche ai dispositivi iOS.

Chiara, pertanto, la volontà di dare priorità all’egemonia di Google nel settore dei motori di ricerca:

Spesso il modo più naturale di fare una domanda è di formularla ad alta voce. Per questo, abbiamo messo assieme tutta la nostra esperienza in materia di riconoscimento vocale, le conoscenze del linguaggio e il Knowledge Graph così che Voice Search possa meglio interpretare le tue domande e proporre, in qualche caso, risposte enunciate come vere e proprie frasi. Ciò è disponibile su Android da qualche settimana, e la gente ne va matta. Presto approderà anche sul tuo iPhone ed iPad (iOS 4.2 e superiori).

È sufficiente fare tap sull’icona del microfono e formulare la tua domanda, così come la faresti ad un amico. Per esempio, chiedi “che film ci sono nel weekend?” e vedrai tutte le tue parole fluire rapidamente davanti a te mentre parli. Poi Google ti mostrerà una lista degli ultimi film nei cinema vicini a te, con orari e perfino trailer. Funziona per qualunque cosa, dalle curiosità sulle celebrità fino all’altezza del Kilimangiaro e molto altro. E ogni volta che Google potrà fornire una risposta diretta alla tua domanda, ti parlerà”.

[Via]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>