Pronta la pagina TIM che accoglierà l’ HTC Dream

di Redazione Commenta

Quella che vedete sopra è la pagina che da domani TIM mostrerà al pubblico circa la commercializzazione del primo telefono Android italiano, l’HTC Dream. Come è possbile vedere, per il momento TIM distribuirà esclusivamente la versione nera, tralasciando quella bianca.

Questa è invece la descrizione che Tim fornirà del prodotto:

Dream è il primo telefonino basato su piattaforma Android™. Dream non solo rende più facile la navigazione, ma ti da anche l’accesso ai servizi Google™, come Gmail™, il servizio di posta facile e efficiente, Google Maps™ con Street View™, per trovare in tempo reale e avere a portata di mano tutte le informazioni e le mappe sui posti in cui ti trovi. In più hai sempre YouTube™ con te, per vedere e condividere i filmati che ami di più.

Il prodotto sarà disponibile presso i punti vendita TIM dal prossimo 19 marzo.

Caratteristiche principali:

  • UMTS, HSDPA, Wi-Fi, GPS, HSUPA
  • Quad Band: 850/900/1800/1900 Mhz
  • MP3 Player
  • Display Touchscreen TFT-LCD da 3.2″ (65K colori)
  • Connessione Wi-Fi , Connessione Bluetooth 2.0 (solo dispositivi audio)
  • Camera integrata da 3.2 Mpixel con Autofocus (zoom 4x)
  • Micro SD Card da 1GB, Memoria interna 192 MB
  • Tastiera QWERTY , GPS integrato, Sistema Operativo Android, Bussola digitale e sensore di movimento

In dotazione:

  • Auricolare stereo, Caricabatteria , Custodia, Quick Start Guide, Manuale d’uso (pre-caricato su Micro SD)
  • Batteria standard (Litio 1150 mAh)
  • Cavo dati

Dimensioni:

  • 117,7×55,7×17,1 mm.

Peso:

  • 158 grammi

Autonomia: (*)

  • Stand by: fino a 360 ore
  • Conversazione: fino a 400 minuti

Google, il logo Google, Google Maps, YouTube, Android e Gmail sono marchi di Google Inc.

Aspettiamo con impazienza domani per avere maggiori dettagli!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>