SmartQsine, il pad intelligente che indica gli alimenti mancanti

di Gianni Puglisi Commenta

Andare al supermercato per riempire la dispensa è un’operazione tutt’altro che geek, ma non è detto che non possa diventarlo. SmartQsine è una nuova startup italiana, fondata da Uriel Perugia,  che ha ideato un piccolo vassoio intelligente che tiene sotto controllo digitalmente uno specifico ingrediente e comunica allo smartphone dell’utente quanto ne rimane. I prototipi sono già funzionanti e al momento il progetto è alla ricerca di fondi su IndieGogo.

In altri termini se il latte sta per finire, la passata di pomodoro è quasi terminata o un qualsiasi altro alimento è in esaurimento non si correrà più il rischio di andare al supermercato e di dimenticarsene poiché SmartQsine avviserà l’utente preventivamente. Applicato agli ingredienti utilizzati più spesso e in accoppiata con uno smartphone o con un tablet SmartQsine può quindi diventare utilissimo per fare la spesa permettendo di controllare all’istante che cosa è ancora necessario comprare.

Il funzionamento di SmartQsine si basa essenzialmente su un sensore di peso implementato all’interno del pad. Grazie a tale sensore è infatti possibile determinare la quantità di alimento rimasta. È quindi sufficiente collegare gli alimenti che si desidera tenere sotto controllo all’app SmartQsine, tararli con il contenitore pieno e… stop! Non sarà necessario fare nient’altro. Nel momento in cui il quantitativo dell’alimento tarato scenderà sotto una specifica soglia l’app avviserà con un messaggio personalizzato.

I pad SmartQsine possono essere collegati a smartphone e tablet basati su Android ma anche su iOS mediante una connessione Bluetooth LE che va a consumare un ridotto quantitativo di energia e che permette di alimentare i vassoi con una sola pila da orologio che dura sino a ben sei mesi.

I pad SmartQsine sono attualmente disponibili in due versioni: una versione Gold, dotata di tutte le funzioni indicate ed in grado di connettersi all’app mobile per aggiornarla, ed una versione Silver, priva delle funzioni di connettività e funzionante a mò di hub previo collegamento fisico a un pad in versione gold. Tra le due la versione Silver è quella meno costosa ma purtroppo può essere sfruttata solo ed esclusivamente in accoppiata alla versione Gold.

Da notare che la campagna di crowdfunding aperta su IndieGogo per trasformare SmartQsine in un prodotto concreto punta al finanziamento di 80.000 dollari. Per supportare il progetto sono sufficienti 25 dollari per ottenere il Gold Pad e 110 dollari per ottenere un set costituito da un Gold Pad e da tre Silver Pad. Le spedizioni dei prodotti per coloro che hanno deciso e che decideranno di aderire alla campagna sono previste per agosto dell’anno corrente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>