Telegram per Android sta ricevendo un importante aggiornamento a giugno

di Gio Tuzzi Commenta

Proviamo ad analizzare meglio l'evoluzione naturale di Telegram per Android, che in queste ore ricevendo un importante aggiornamento in Italia

Telegram

Emergono in queste ore alcune buone notizie per quanto concerne il pubblico interessato ad installare l’ultimo aggiornamento di Telegram per Android, considerando il fatto che il rilascio di luglio consentirà a tutti di provare le migliorie che sono state concepite sul fronte sicurezza, secondo quanto emerso finora.

Andiamo a questo punto ad analizzare quanto raccolto finora per tutti coloro che intendono fare questo step, considerando il changelog ufficiale del nuovo aggiornamento di Telegram:

Più impostazioni per la privacy, discussioni per i canali e app web immediate.

• Scegli chi può vedere il tuo numero di telefono con precisione granulare nelle impostazioni di Privacy e sicurezza.
• Aggiungi chat di gruppo nelle eccezioni “Condividi con/Non condividere con” di qualsiasi impostazione per la privacy. I permessi verranno aggiornati quando gli utenti entrano o escono dai gruppi.
• Goditi il design rinnovato quando confermi azioni, cerchi messaggi o aggiungi utenti ai gruppi.

Per gli amministratori dei gruppi e gli sviluppatori:
• Connetti un gruppo di discussione al tuo canale per ottenere un pulsante ‘Discuti’.
• Visualizza qualsiasi canale pubblico direttamente dal web anche se non hai un account Telegram.
• Integra in modo immediato i bot con i servizi web. Dai un’occhiata a questo per esempio t.me/DiscussThis/2

Più info su questo aggiornamento:
https://telegram.org/blog/privacy-discussions-web-bots

Insomma, attenzione massima verso questo nuovissimo aggiornamento, secondo le informazioni che sono trapelate fino a questo momento con il nuovo rilascio per Telegram su Android.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>