Lista degli smartphone Huawei, Samsung Galaxy e Xiaomi a rischio sicurezza il 4 ottobre

di Gio Tuzzi Commenta

Dettagli importanti a proposito di uno studio che sta attirando l'attenzione del pubblico italiano. Proviamo ad esaminare la vicenda oggi stesso

Occorre analizzare con grande attenzione la possibilità di andare incontro ad una pericolosa minaccia per tantissimi utenti in possesso di uno smartphone Android, soprattutto per coloro che hanno deciso di acquistare un device Huawei, Samsung Galaxy, Xiaomi e LG. Cerchiamo di analizzare tutte le informazioni disponibili, analizzando da lato lo studio originale che ha messo tutti in guardia in queste ore, dall’altro l’elenco definitivo dei prodotti coinvolti che è stato portato alla luce dall’articolo di Bufale.net.

Huawei

Focus sugli smartphone Huawei, Samsung Galaxy, Xiaomi e LG sotto attacco hacker

Nello specifico, secondo le informazioni raccolte fino a questo momento, sono 17 gli smartphone Android al centro di questo nuovo attacco hacker. Tocca infatti concentrarsi sui Pixel 2 che hanno avuto modo di scaricare l’aggiornamento con Android 9 o in alternativa la preview di Android 10. Attenzione però, perché in questo frangente dobbiamo evidenziare anche il coinvolgimento del cosiddetto Huawei P20. Al momento, dunque, risultano esclusi da questo discorso modelli come Huawei P20 Pro e Huawei P20 Lite.

Per quanto concerne un altro produttore molto popolare come Xiaomi, diventa importante evidenziare come siano a rischio i possessori di Xiaomi Redmi 5A, Xiaomi Redmi Note 5, Xiaomi A1. Occhio a produttori attualmente meno “caldi” dal punto di vista delle vendite, come nel caso di Oppo A3, Moto Z3. Il discorso riguardante gli smartphone LG è un tantino più articolato, se consideriamo che l’attacco hacker di ottobre 2019 coinvolge quelli dotati di Android Oreo. A tal proposito, l’elenco ufficiale è disponibile online e coinvolge prodotti specifici come LG G8s, LG K30 dual SIM, LG K20, LG V50, LG Q60, LG V30, LG V30+). A chiudere la rassegna troviamo altri modelli molto popolari in Italia e nel resto d’Europa, come Samsung Galaxy S7, Samsung Galaxy S8 e Samsung Galaxy S9.

Vi ricordiamo che la vulnerabilità è contrassegnata con il codice CVE-2019-2215 e si installa tramite due potenziali strade: la prima prevede il download di un’app da fonti sconosciute. Sotto questo punto di vista, i ragazzi di Project Zero non hanno fornito informazioni specifiche e la lista di app coinvolte. La seconda strada si riferisce invece ad un’imprecisata falla di Google Chrome. Ci sono anche i vostri modelli Huawei, Samsung Galaxy e Xiaomi tra quelli a rischio?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>