Molteplici app Android da cancellare anche per device Huawei e Xiaomi a febbraio

di Gio Tuzzi Commenta

Da esaminare la lista di applicazioni che dobbiamo rimuovere prima possibile dai nostri smartphone Android a febbraio 2020

Ci sono molte app Android che gli utenti italiani farebbero bene a cancellare nel più breve tempo possibile oggi 2 febbraio qui in Italia, anche perché il discorso coinvolge per forza di cose anche diversi modelli Huawei e Xiaomi che in Italia nel frattempo sono diventati davvero tanto popolari. Ancora una volta, infatti, tocca parlare della questione adware, ovvero di applicazioni infette che contemplano il caricamento di diversi annunci pubblicitari. Spesso senza che l’utente vittima abbia immediata percezione di ciò che sta avvenendo, come riportano stamane i colleghi di bufale.net.

La lista di app Android colpite, anche per modelli Huawei e Xiaomi

L’elenco ufficiale di app Android che dovremmo rimuovere a stretto giro dai nostri smartphone Huawei, Xiaomi e tutti quelli che sono caratterizzati dalla presenza del robottino verde è assai corposa, come si potrà facilmente immaginare. Cerchiamo dunque di riepilogare i trenta titoli, in modo che tutti abbiano piena consapevolezza di quanto sia stato scoperto di recente dagli sviluppatori, in attesa che le applicazioni in questione risultino nuovamente “pulite”:

  1. BeautyPlus – Easy Photo Editor & Selfie Camera;

  2. BeautyCam;

  3. Beauty Camera – Selfie Camera;

  4. Selfie Camera – Beauty Camera & Photo Editor;

  5. Beauty Camera Plus – Sweet Camera & Makeup Photo;

  6. Beauty Camera – Selfie Camera & Photo Editor;

  7. YouCam Perfect – Best Selfie Camera & Photo Editor;

  8. Sweet Snap – Beauty Selfie Camera & Face Filter;

  9. Sweet Selfie Snap – Sweet Camera & Beauty Cam Snap;

  10. Beauty Camera – Selfie Camera with Photo Editor;

  11. Beauty Camera – Best Selfie Camera & Photo Editor;

  12. B612 – Beauty & Filter Camera;

  13. Face Makeup Camera & Beauty Photo Makeup Editor;

  14. Sweet Selfie – Selfie Camera & Makeup Photo Editor;

  15. Selfie camera – Beauty Camera & Makeup camera;

  16. YouCam Perfect – Best Photo Editor & Selfie Camera;

  17. Beauty Camera Makeup Face Selfie, Photo Editor;

  18. Selfie Camera – Beauty Camera;

  19. Z Beauty Camera;

  20. HD Camera Selfie Beauty Camera;

  21. Candy Camera – selfie, beauty camera & photo editor;

  22. Makeup Camera-Selfie Beauty Filter Photo Editor;

  23. Beauty Selfie Plus – Sweet Camera Wonder HD Camera;

  24. Selfie Camera – Beauty Camera & AR Stickers;

  25. Pretty Makeup, Beauty Photo Editor & Selfie Camera;

  26. Beauty Camera;

  27. Bestie – Camera360 Beauty Cam;

  28. Photo Editor – Beauty Camera;

  29. Beauty Makeup, Selfie Camera Effects & Photo Editor;

  30. Selfie cam – Bestie Makeup Beauty Camera & Filters.

Insomma, questione più calda che mai soprattutto per chi ha scelto marchi asiatici come Huawei e Xiaomi, senza ovviamente dimenticare i Samsung Galaxy che continuano ad essere tanto popolari non solo in Italia, ma nel resto del mondo. Da quello che ci risulta, le applicazioni in questione pare siano già state rimosse dal Play Store, motivo per il quale gli utenti che hanno di recente acquistato uno smartphone Android non dovrebbero essere in pericolo. Resta il fatto che i vecchi utenti dovranno fare attenzione ed effettuare dei controlli incrociati, in modo da essere certi di non ritrovarsi con una delle app incriminate nella memoria.

Ovviamente, appena ci saranno nuove informazioni sulle applicazioni riportate oggi 2 febbraio, vi aggiorneremo prontamente. Per ora, occorre tenere a mente che per il pubblico Huawei, Xiaomi e Samsung Galaxy i problemi riguardino soprattutto app legate al mondo della fotocamera. Spesso e volentieri per rendere più gradevole la qualità degli scatti che abbiamo salvato in memoria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>